Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Shakespeare e il Grande Fraintendimento

Lo spunto viene da un link a un articolo che contiene un link a un altro articolo. Giochi di scatole cinesi. Ricapitoliamo. Lui arriva alla stazione, vuole comunicare alla sua fidanzata che le manca davvero tanto, scova una citazione di Shakespeare e gliela invia per sms. (Ok, anche Michele di In prima persona l'avrebbe fatto, ma senza bisogno di scovare un bel niente: lui le citazioni le ricorda a memoria). Lei riceve il messaggio, non riconosce un passo di Romeo e Giulietta (sì, ma anche tu: non potevi scegliere un'altra tragedia? Con tutto quel che ha scritto il Bardo, quella è una delle più scialbe), crede che l'amato voglia suicidarsi e chiama la Polizia. Bravi tutti e due. Da qui nasce una considerazione contenuta in un secondo link: se volete far innamorare una donna, non usate Shakespeare ma Moccia. Il tono è volutamente provocatorio, però mi fa venire in mente un po' di cose sparse: - non date le perle ai porci: si aspettano Moccia e non Shakespeare? Gli si dia Mo…