Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Librarsi

Immagine
"Ognuno dovrebbe avere il suo bar" diceva Andrea di In prima persona. E ognuno dovrebbe avere la sua libreria. Me lo dico proprio oggi, il giorno della festa per la chiusura di Librarsi a Venaria. E non perché ci si accorge delle cose sempre quando è troppo tardi, ma perché a volte le consapevolezze vanno rinnovate. Un giorno di quasi dieci anni fa, un sabato pomeriggio invernale, mi infilai in questa libreria e salii le scale che portavano al piano superiore. Mi aspettavano visi che sarebbero poi diventati conosciuti e consueti: quelli di Gordiano Lupi, di Alessandro Del Gaudio, di Fabio Beccacini. Quel pomeriggio vidi e sentii presentare la Casa Editrice Il Foglio Letterario e presi accordi per pubblicare il mio primo romanzo.  È anche questa è la consapevolezza di oggi: se a distanza di tempo continuo a coltivare questa splendida malattia è anche merito di quelle mura e delle persone che hanno ospitato. Poi sono venute le presentazioni, mie e di altri,  quasi sempre delle &qu…

Cinquanta sfumature? Decisamente troppe

Attenzione 1: questa pagina contiene citazioni scritte con un linguaggio non adatto ai minori, alle persone sensibili e a quelli che credono che i bambini li porti la cicogna. Io propendo per il cavolo. Attenzione 2: chi avesse vagamente voglia di leggere "Cinquanta sfumature di grigio" è pregato di non proseguire la lettura. Rischiano di essere svelate delle anticipazioni importantissime. Attenzione 3: non c'è da chiedersi perché una persona debba aver voglia di leggere "Cinquanta sfumature" (ma si veda in proposito l'Attenzione 2), perché debba farlo a distanza di un anno dall'uscita della trilogia e soprattutto perché debba averne avuto voglia io. Ma sorvolerei agevolmente su tutti questi temi. Dati di fatto: quella trilogia ha venduto milioni di copie, è oggetto di infinite discussioni, ha figliato decine e decine di altre trilogie, ha occupato interamente i discorsi da spiaggia, da salotto, da sala da the di tutti questi mesi, ha riempito la mente…