Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2009

William Facchinetti Kerdudo (Italia da leggere)

Immagine
La prima volta che sentii parlare di William fu durante la trasmissione radiofonica 28Minuti condotta da Barbara Palombelli. William era stato scelto dalla Rutella come simbolo dei giovani scrittori ignorati dalle grandi case editrici e dal sistema editoriale/ radiofonico/ televisivo (per un attimo glissiamo sul dettaglio che la Palombelli fa parte a pieno titolo di quel sistema: spesso, amnesia docet).
A distanza di anni, un commento di William su questo blog ci mette in contatto. E allora scopro del suo libro appena uscito e dei progetti editoriali che ne seguiranno. “Merito della Palombelli?” chiederà qualcuno. “Chissà quali frutti avrà dato quello spazio pubblicitario”. La triste risposta a questa domanda è un disarmante no, secco e preciso. Ma allora, se non serve nemmeno una vetrina come 28Minuti… cosa ci resta da tentare?

Partiamo dalla tua ultima opera.
Si tratta di una guida turistica uscita a maggio di quest’anno dal titolo ‘Milano, misteri e itinerari insoliti tra realtà e le…

Parole e stupidaggini

Dal solito chilo di ritagli di giornale che ricevo periodicamente da mio zio, estraggo quelle che definisco le stupidaggini, le notizie di costume o di colore che escono dalla monotonia della politica, dell’impegno e del disimpegno sociale, delle opinioni appositamente caotiche e scoordinate che i media ci propongono.
E così scopro che il vocabolario inglese si arricchisce di una nuova parola ogni 98 minuti. Ci sono sempre nuove situazioni e nuove figure a cui riconoscere dignità attraverso il battesimo lessicale. Quello che mi ha colpito di più? La momager, la madre di una star che funge anche da manager: due incubi al prezzo di uno.
E qui da noi? Gli italiani sono molto più avanti degli inglesi: prima che una parola venga presa in considerazione come neologismo deve decantare e stabilizzarsi. Siamo gli eredi della Crusca, no? È per questo che solo a luglio 2009 lo Zanichelli ha aggiunto acchiappo (inteso come seduzione) nel vocabolario. La buona notizia? Letteronza è sotto osservazion…

Wikipedia

Ci ho impiegato anni, ma alla fine mi sono convinto e l’ho fatto: durante le vacanze estive ho inserito i miei primi contributi su Wikipedia. Un po’ per provare l’effetto che fa, un po’ per mettere a frutto la mia insana passione per Woody Allen, ho limitato i miei interventi a una serie di curiosità sul mio regista preferito:
• Il manoscritto di quello che sarà Crimini e misfatti venne scritto da Woody Allen durante le vacanze del 1988, utilizzando la carta intestata degli hotel europei in cui soggiornava.
Zelig e Una commedia sexy in una notte di mezza estate vennero girati contemporaneamente.
• In una scena del film Crimini e misfatti Allen recita con un labbro gonfio per aver suonato a lungo il clarinetto prima di salire sul set.
• L’inglese approssimativo di Zhao Fei, direttore della fotografia in Accordi e disaccordi, ispirerà a Woody Allen il personaggio dell’operatore cinese che si trova a lavorare con il regista cieco di Hollywood Ending.
• Sean Penn non aveva mai suonato la chi…