Su Wikipedia e Giovanni Agnoloni


Cassata dall’enciclopedia universale, riporto qui sotto il contenuto della pagina su Giovanni Agnoloni, sperando che possa fornire lo spunto per un approfondimento sull'autore e sul Connettivismo.

Giovanni Agnoloni (Firenze9 settembre 1976) è uno scrittore e traduttore italiano.

Biografia

Laureato in giurisprudenza, inizia la sua attività letteraria con Letteratura del fantastico. I giardini di Lorien (2004) in cui effettua parallelismi tra l’opera di J.R.R. Tolkien e classici greci, latini e italiani; in Nuova letteratura fantasy (2010) confronta le opere del Professore di Oxford con quelle di autori del Novecento, è finalista al Premio Italia dell’anno seguente.
Figura tra gli autori del volume antologico The Ring Goes Ever On: Proceedings of the Tolkien 2005 Conference (atti del convegno, The Tolkien Society, 2008).[1]
Nel 2011 pubblica Tolkien e Bach. Dalla Terra di Mezzo all’energia dei fiori, saggio in cui effettua parallelismi tra i simboli ricorrenti nella Terra di Mezzo e i tipi psicologici corrispondenti ai rimedi floreali del Dr. Edward Bach e cura la raccolta di saggi Tolkien. La Luce e l’Ombra.[2] Nel 2006 pubblica un racconto nell'antologia collettiva Noir No War (2006), a cura di Milani e di Alda Teodorani.

L'adesione al Connettivismo

Collabora con il portale Domist.net, a cura di Marco Milani ed entra a far parte del Connettivismo, pubblicando un racconto in A.F.O. – Avanguardie Futuro Oscuro (2009), a cura di Sandro Battisti. Il suo primo romanzo, Sentieri di notte (2012), apre la tetralogia sulla "fine di internet": una distopia che ipotizza un crollo multicontinentale della rete[5] nel 2025, e analizza l’impatto sociale e psicologico di internet. Seguono Partita di anime e La casa degli anonimi, entrambi del 2014. Il quarto libro, L’ultimo angolo di mondo finito, conclude la serie nel 2017; Sentieri di notte è stato pubblicato in edizione spagnola e polacca. Nel 2015 pubblica l'articolo Il Connettivismo: dalle premesse all’Oltre sulla rivista Italica Wratislawiensia dell’Università di Wrocław.
Nel 2017 viene pubblicato il suo racconto lungo di fantascienza Il liberto e partecipa all’antologia connettivista Nuove eterotopie, a cura di Sandro Battisti e Giovanni De Matteo.
Ha tradotto diversi libri per varie case editrici italiane.

Opere

Romanzi

·         Sentieri di notte, Galaad edizioni, 2012 ISBN 9788895227795
·         (ESSenderos de noche, Ebrio Servicios Editoriales, 2014 ISBN 8415622163
·         (PLŚcieżki nocy, Wydawnictwo Serenissima, 2016 ISBN 978-83-946099-0-0
·         Partita di anime, Galaad edizioni, 2014 ISBN 9788898722082
·         La casa degli anonimi, Galaad Edizioni, 2014 ISBN 9788898722204
·         L'ultimo angolo di mondo finito, Galaad Edizioni, 2017 ISBN 9788898722471


Racconti (selezione)

·         Di pattuglia, in Noir No War, a cura di Sandro Battisti e Alda Teodorani, ed. Giulio Perrone, 2006
·         A un passo dal baratro, in A.F.O. - Avanguardie Futuro Oscuro, a cura di Sandro Battisti, Kipple Officina Libraria, 2009 (e-book)
·         Il sepolcro del nuovo incontro, in Nuove eterotopie, a cura di Sandro Battisti e Giovanni De Matteo, Delos Digital, 2017 (e-book)
·         The Return, sulla rivista statunitense on-line October Hill (primavera 2017)
·         The Meeting, sulla rivista letteraria croata on-line Zvona i Nari (2017)


Saggi

·         I giardini di Loren, Spazio Tre, 2004, ISBN 978887840017

Note

2.    ^ G. Agnoloni, Tolkien. La luce e l'ombra, Senzapatria Editore, 2011, ISBN 9788897006176.

Commenti

Post popolari in questo blog

I sogni di Velia di Patrizia Gazzotti

Racconti Corsari 2017

L’Altra Enigmistica