David Duchovny - Californication


David Duchovny, l’ex agente Molder degli X-files, veste i panni di Hank Moody, scrittore di successo ma in piena crisi artistica, così squattrinato da essere costretto a tenere un blog per un sito di proprietà del futuro marito della sua ex. Hank è ammalato di sesso, strafottente, arguto, agile di lingua e di penna, lubrico, scurrile, immorale, disonesto e soprattutto non politically correct.
“Il fatto è che le cose che mi fanno schifo” ammette durante un’intervista radiofonica “non le digerisco e le butto fuori… Abbiamo un’avanzatissima tecnologia… Internet doveva renderci liberi, democratizzarci. Il risultato è che… la gente non scrive più: tiene blog. Invece di parlare invia sms, niente punteggiatura, niente grammatica… Mi sembrano un branco di imbecilli che pseudocomunicano con un altro branco di altri imbecilli in un protolinguaggio che assomiglia più a quello dei cavernicoli che alla nostra madre lingua.”
“Sì, ma tu fai parte del problema” gli fa notare l’intervistatore. “In fondo stai comunicando attraverso un blog.”
“Da qui, infatti, il disgusto per me stesso” risponde.
Sottoscrivo.
Lo ammetto: tifo spudoratamente per Hank. Con tutti quei difetti?, direte voi. E anche se non pronuncerei mai parole come pseudocomunicare o protolinguaggio. Eppure mi divertono i riferimenti all’heavy metal di cui è zeppo Californication, a partire dai titoli dei tre libri pubblicati da Hank: South of Heaven, Season in the abyss e God hate us all, tre dischi degli Slayer.
Il telefilm è accusato di essere eccessivamente esplicito dal punto di vista sessuale, scandaloso e blasfemo. Eppure lo registro tutte le settimane e me lo godo la sera dopo, comodamente sdraiato sul divano. Qualche tempo fa, però, ho sbagliato canale e ho finito per sorbirmi un’interessantissima puntata di Vespa su Padre Pio. Un po’ contrastante e fuori luogo? Beh, forse semplicemente un segno del cielo.

Commenti

Paolo ha detto…
ahaha sì anche a me è venuto un colpo quando ho sentito i titoli dei libri di hank.
cioè, fin dall'inizio dicevo "wow 'dio ci odia tutti' è proprio un titolo degli slayer", ma pensavo fosse un caso. poi quando dopo qualche puntata hanno snocciolato nomi come "una stagione nell'abisso", ho capito che qui qualcuno è fan del metal ;)

ovviamente tutti tifano per hank, percè in realtà è un po' sfigatelo, sessuomane ma melenso... cavolo i modi con cui cerca di riconquistare la ex sono un pochino patetici, a volte!
però almeno è conscio delle sue mille limitazioni. e di essere un gran rompipalle, quando vuole!
Andrea Borla ha detto…
Se poi aggiungiamo anche Rebecca, sua figlia, che gli ricorda di quando le ha regalato una maglietta dei Cradle of Filth con su scritto “Gesù è comunista”… che adorabile paparino!
Patty ha detto…
Ho letto sui soliti giornali di gossip che David Duchovny è stato lasciato dalla moglie, anche lei attrice e con cui ha avuto due figlie, perchè si è immedesimato troppo nel personaggio di Hank...

Post popolari in questo blog

Gianrico Carofiglio

Regole utili e regole inutili

Antonio Caprarica