Crisi d’identità (1) – Maurizio Cometto


Mi ha fatto piacere. Davvero. È bello ricevere così tanti complimenti.
È cominciato tutto lunedì scorso,
giusto una settimana fa. “Bravo”, “Mi fa piacere”, “Continua così”, “Ottimo”, “Una bella conferma”. L’unica critica, anche se molto velata? Il titolo. Ma non da parte di tutti.
Vi ringrazio, vi ringrazio davvero. Sono quasi commosso di tanta partecipazione. Inutile dire che non la merito. No, non dico così per dire, ma nel senso letterale della frase: non la merito perché non ho fatto nulla.
No, non ho pubblicato un nuovo libro. No, l’Incrinarsi di una persistenza non è scritto da me.
Certo, capisco cosa ha ingenerato il malinteso. Due giornali locali hanno dato la notizia della presentazione dell’ultimo libro di Maurizio Cometto (L’incrinarsi, per l’appunto) curata da me e hanno messo la mia foto a corredo degli articoli. Sarà la fretta, sarà la velocità del mondo moderno, ma molti non hanno approfondito: foto + nuovo libro + presentazione = complimenti ad Andrea per il suo nuovo romanzo!
Grazie. Ancora grazie. Lasciatemi però approfittare di questa occasione per qualche precisazione:


  • probabilmente la stampa locale non considera Maurizio Cometto particolarmente fotogenico e preferisce la mia foto alla sua (ed è tutto dire!);

  • i complimenti fanno piacere anche quando sono immotivati;

  • no, Maurizio Cometto non è il mio nuovo pseudonimo.

Commenti

Anna B. ha detto…
Complimenti, il primo caso in cui viene fatta più pubblicità al curatore che all'autore, eh eh!
Beh, la prossima volta che verrà pubblicato qualcosa che ti riguarda amici e conoscenti saranno più portati ad approfondire!
Anonimo ha detto…
...volete dirmi allora che Il Grande Fratello non l'ha scritto la Marcuzzi???

Post popolari in questo blog

Gianrico Carofiglio

Regole utili e regole inutili

Antonio Caprarica